< Torna al blog

COLLABORAZIONE & CONDIVISIONE: MA PERCHÈ?

CATEGORIE:

Valori

L’unione crea forza e sviluppo

Nella lunga storia del genere umano (e anche del genere animale) hanno prevalso coloro che hanno imparato a collaborare ed a improvvisare con più efficacia.
(Charles Darwin)

Tutt’oggi ringrazio Nicola quando mi invitò a far parte dei Boy Scout del mio paese: fu lì che scoprii la potenza della condivisione e della collaborazione. Avevo 8 anni e Nicola condivideva con me molte passioni, tra qui quelle del viaggio e della vita da campeggio. Mi consigliò di partecipare a un incontro degli scout esclamando: “Vedrai che ti piacerà, giochiamo, impariamo tante cose e poi si sta nella natura come piace a noi”.

Il consiglio di un amico, ha spesso un valore inestimabile.

Quando ti conosce e condivide passioni, principi e ideali, un amico non può altro che suggerirti il meglio per te. Fu così, infatti, che mi innamorai della vita da boy scout. Lui aveva ragione.

Guarda in foto come sono fiero e felice 😀

Dunque,ricordo il primo giorno, e chi lo scorda più? Riuniti in cerchio, 20 bambini condividevano uniformi, valori, principi e attività.

20 bambini erano un’unica entità, difendevano, professavano e praticavano: rispetto, amore, solidarietà, generosità e resilienza, ovvero adattamento alle difficoltà, eventi e cambiamenti. Il gruppo era chiamato “branco di lupetti”, ciascun sottogruppo era una “squadriglia” e aveva il nome di un animale (castori, pipistrelli, etc.). Il luogo di ritrovo si chiamava “tana” e i capi avevano i nomi degli animali del libro della Giungla. WOW, che eccitazione: quale posto migliore per me? Tornai a casa e con grande entusiasmo raccontai tutto a mia mamma, esclamando:

Mamma, credo che non lascerò mai più gli scout”.

Durò 5 anni ma sento di non aver mai terminato quella vita. Ciò che mi affascinava erano i valori della condivisione e collaborazione.

CONDIVISIONE

La preparazione, la partenza alle 5 del mattino, il viaggio in bus e i canti che si intonavano a qualsiasi ora durante i “campi scout estivi”: in questi momenti si viveva per 7 giorni in un bosco, in tende da 6 persone e con cucina da campeggio. Si condividevano le attività nei boschi, la paura dei lupi la notte, la difficoltà della sveglia all’alba a -5°C e l’adrenalina per la ricerca di soluzioni durante la caccia al tesoro.

COLLABORAZIONE

Durante i giochi di logica e le gare di cucina, il lavoro di squadra era fondamentale, il singolo poteva fare la differenza ma la collaborazione era necessaria per la vittoria. Ricordo la famosa gara di cucina nei boschi in cui la mia squadriglia dei castori fu dichiarata vincitrice.

Quale fu la chiave per la vittoria?
Indovina un po’….la collaborazione e la condivisione di capacità, abilità, risorse e potenzialità.

Durante la gara di cucina, ricordo ancora il mix vincente di competenze, mescolati come ingredienti:

  1. pianificazione: fu deciso a tavolino il menu e le fasi per realizzarlo;
  2. organizzazione: ciascuno aveva un ruolo specifico;
  3. creatività: fu proposto il dessert con banana fritta, decorata con elementi del bosco.
  4. innovazione: il menu, fu servito alla giuria con l’accompagnamento musicale del mandolino di Valerio.

Fu da allora che elevai la collaborazione e la condivisione a valori supremi da diffondere in ogni mia esperienza di gruppo e che ho utilizzato, per sviluppare idee, realizzare progetti, cercare soluzioni originali e creative a problemi reali.

È da allora che molte cose sono cambiate. Perché ho deciso di usare la condivisione di conoscenze e di capacità come strategia per il successo e la realizzazione di progetti, individuali e di gruppo e il più delle volte è stata vincente.

Ho avuto molte esperienze nei gruppi: come fondatore, compositore e coordinatore di una band musicale, di un festival e di un’Associazione per la creazione di eventi socio-culturali; come musicista e promoter di un’altra band e come conduttore di gruppi di pazienti psichiatrici per la promozione della salute. In ognuna di queste esperienza ho osservato come:

  • la potenzialità di un gruppo emerge e si esprime grazie a pratiche di condivisione di scopi, obiettivi, valori, sogni, strumenti, risorse e capacità;
  • le capacità di un singolo assumono maggiore valore se unite a quelle di un gruppo;
  • il successo di un’impresa, come gara, contest musicale, caccia al tesoro, partecipazione a bandi dl finanziamento è agevolato dalla collaborazione di ciascun membro di un gruppo.

Tutto ciò con lo scopo di rafforzarsi, svilupparsi, realizzarsi e vivere una vita felice.

Buona condivisione

Alessandro

p.s. Poi ci sono altre esperienze che mi hanno fatto scoprire il valore dell’ aggregazione. Clicca qui per continuare a leggere.

2 Comments

Condividi l'articolo scegliendo il tuo social preferito e lascia il tuo commento qui sotto.