< Torna al blog

CURIOSITÀ: come ci rende felici e realizzati?

CATEGORIE:

Spunti & Risorse

🐌#ungiornoèsuccesso

Non volevo fare una cosa e quando mi hanno invogliato a farla, ho scoperto casualmente ciò che cercavo e volevo.

Mi scrive una cliente che non sta ancora bene e non può guidare. Vorrebbe non perdere di nuovo la consulenza e mi chiede di raggiungerla fuori Padova.Non ho grande voglia. Penso sia tempo perso, visto che tra andata e ritorno andrà via quasi un’ora di viaggio. Ci penso un attimo. Le chiedo se preferisce riposare e posticipare ma c’è qualcosa di nuovo che vuole raccontarmi: inizio ad avere una #curiosità infantile. Vorrebbe incontrarmi e mi promette rimborso ticket bus e la colazione, per lei una cosa scontata. Come posso dir di no a cotanta gentilezza e a un’esplicita richiesta di confronto sul suo progetto?

Quando ricevo TANTO da una persona e percepisco il suo forte DESIDERIO di parlarmi, il mio dovere è: DARE TANTISSIMO e guidarla nel realizzare i suoi progetti, esaudire i suoi desideri con le sue capacità. Quindi ci sto!

La mattina della sessione ho un forte mal di stomaco, vorrei rimandare ma invece no: #curiosità e #dovere sono ai primi posti. Prendo il bus e parto. Facciamo 2 ore di sessione e ci salutiamo: scopriamo nuove cose e siamo produttivi. Lei felicissima.

Ora mi ritrovo a letto con il mal di stomaco che non mi passa, a digiuno ma con tanta felicità a scrivere questo post.

Perché?

Mentre ero in bus sono passato davanti a un luogo che stimo, ammiro e desidero visitare da tanto tempo. Un luogo che non ho mai raggiunto per pura #pigrizia e perché ne avevo un po’ sottovalutato le potenzialità. Lo dico solo ora. Parlo del Talent Lab che decido di visitare prima di tornare a casa, anche se fa caldo, ho fame e il dolore aumenta.Chi se ne frega! Ho un’altra #curiosità che mi invoglia.
Dico a me stesso “Non capiterà più un’occasione del genere, devo andarci con il mal di pancia”.
(Anche se non è vero, questa frase mi farà scoprire cose inaspettate).

Mi accoglie E. una giovane ragazza che con estrema cura e gentilezza mi fa visitare questo immenso spazio dove si fa di tutto per i giovani talentuosi: corsi, spazi co-working, eventi per realizzare progetti, stampare 3D, creare start-up….
Parliamo un po’.
Penso a cosa abbia pensato mentre mi ha visto fare il selfie….ma non mi importa perché entrambi siamo interessati l’un l’altro. C’è anche la #curiosità a guidarci. Scopro un sacco di cose e tra cui una cucina: bella, grande, pulita e ricca di utensili.A che mi serve?

La cucina è il mio hobby numero 1 anti-stress e pro-socialità.

E quindi?

Tra i miei obiettivi a lungo termine c’è quello di usare la cucina per fare corsi di formazione in gruppo: si cucina insieme e si impara a #prenderedecisioni in gruppo su cosa mangiare, sapersi #organizzaresulle fasi, #darsi dei ruoli per tagliare o soffriggere, #lavorare in gruppo con uno scopo, #comunicare in modo efficace con chi sta ancora sbucciando patate, #gestire stress e rabbia quando qualcuno ha bruciato la torta in forno, imparare a #relazionarsi. Eccetera Eccetera.

Questo era il mio obiettivo per maggio 2019: fare corsi di #teamcooking. La ragazza era entusiasta da questa idea, ci scambiamo contatti e ci risentiamo a ottobre 2018.Io resto convolto e forse non andrà niente in porto. Ma penso a come la #curiosità (e non solo) mi abbia fatto dimenticare il mio dolore di stomaco e reso felice prima ancora di raggiungere i miei obiettivi.

Come ho fatto?
In realtà c’è qualcos’altro.
Un mese fa ne ho parlato in un video e in un articolo.

Vuoi leggerlo? Clicca qui.

Buona curiosità!

Condividi l'articolo scegliendo il tuo social preferito e lascia il tuo commento qui sotto.