< Torna al blog

LAVORO, cercarlo non basta più, attirarlo è una soluzione. La mia storia vera e un evento per te.

CATEGORIE:

Personalbranding - Spunti & Risorse

Sfruttare la realtà, offline e online, per lavoro.

I cambiamenti ambientali, socio-culturali e tecnologici degli ultimi tempi, stanno incidendo sulla ricerca e l’ottenimento di un lavoro. Adeguarsi e sfruttarli a tuo favore può essere necessario – se vuoi valorizzarti e realizzarti nella vita, se desideri lavoro e relazioni soddisfacenti.
Lo desideri, o no?

In questo articolo ti racconterò come mi sono adeguato, con esperienze reali, azioni concrete e le relazioni umane: ottenendo piccoli ma significativi risultati, attirando lavoro (invece di cercarlo) e lasciandomi inaspettatamente stupire da eventi che mi sono accaduti. Ti consiglierò, infine, un evento di networking e formazione utile in tal senso.

Quando un signore mi ha fermato chiedendomi di lavorare per lui, senza minimamente conoscerlo, mi sono chiesto “Cosa ho fatto per meritarmi ciò?” e ho riflettuto su ciò che ho deciso di condividere qui sul blog con te.

Cambiano luoghi e strumenti di lavoro: sempre più spazi in condivisione per freelance, lavori da casa per dipendenti, con computer, tablet e smartphone. Cambiano modalità di ricerca lavoro: se prima si consegnava il curriculum a mano o via mail e un periodo di prova era sufficiente per valutare le competenze di un candidato, adesso questo non basta più.

Credo che trovare lavoro sia come trovare un partner: non credi? Il successo dipende da “come lo cerchi” o “come lo attiri a te” cioè dai luoghi che frequenti, dagli abiti che indossi e comportamenti che usi per comunicare sia online e sia per strada chi sei e cosa desideri. Ad esempio se cerchi passivamente stando chiuso in casa e sfogliando sui social network i profili interessanti di potenziali partner, il successo dell’impresa sarà minore se inizi a farti conoscere attivamente online e offline: non credi?

  • Online: puoi comunicare le tue opinioni, valori e credenze e dimostrare le tue capacità in diversi modi. Possibilmente senza profili fake o modulazione della privacy: sarebbe come andare a un appuntamento con una maschera o nascondere una parte di te.
  • Offline sorridere a chi ti incontra al bar, in aula studio o ai concerti; raccontare il tuo passato e i tuoi sogni futuri, per entrare in relazione con chi desideri al tuo fianco.

Chi avrà modo di conoscerti in questo modo, quindi, sarà attirato da te, nella misura in cui condividerà i tuoi stessi valori, interessi e opinioni; troverà in te una persona di cui fidarsi, a cui affidare la sua vita, a cui chiedere consigli e con cui condividere valori e progetti di vita.

L’ esperienza ripetuta di un oggetto può influenzare il modo in cui lo si valuta (T. Zajonc, 1968).

Nei processi di conoscenza e percezione sociale, afferma la psicologia, non solo siamo attratti da chi ci rassomiglia ma anche da chi ascoltiamo, vediamo e percepiamo in modo continuativo. Zajonc, dimostrò con una ricerca che l’esposizione ripetuta a stimoli uditivi, generava in chi ascoltava un atteggiamento positivo, di avvicinamento, accettazione dell’altro: di attrazione.

La mia storia vera

A novembre scorso, poco prima di terminare un contratto da dipendente, decisi di iniziare a costruire il mio sito e la mia identità da libero professionista, per “mettermi in proprio”. Iniziai a usare facebook in modo continuativo per comunicare questa mia impresa oltre ai miei pensieri, valori e filosofie di vita personali. Attirai disaccordi e disappunti vari da chi mi circondava: qualcuno si è persino allontanato da me ma allo stesso tempo ho iniziato ad attirare altro di interessante e gratificante.

Sin da subito mi reso conto che sarebbe stato difficile “mettersi in proprio” partendo quasi da zero, senza dedicarsi parallelamente ad altri lavoretti extra: altrimenti l’affitto, la pasta e lo svago del venerdì sera, chi li avrebbe pagati? Caso volle (o forse no) che ricevetti una proposta da un bar/pizzeria (con cui avevo già coltivato una relazione in passato) per diventare il responsabile dell’area comunicazione e promozione degli eventi musicali estivi e dell’area ristoro. Talvolta ho lavorato anche in pizzeria come cameriere ma per il resto del tempo (per fortuna) ho curato la comunicazione online per i concerti jazz estivi:
Online: Ufficio stampa, email marketing, gestione della pagina Facebook.
Offline: accoglienza e ticket all’ingresso e raccolta contatti per newsletter.

Poco o nulla a che fare con il lavoro di personal coach che mi apprestavo a fare ma l’esempio è quello che vale, oltre al fatto che ne ha giovato il mio lavoro. E ti spiegherò in che modo.
Questo lavoro, dunque, ha permesso di relazionarmi con artisti, manager, giornalisti e clienti del parco, online e offline e di imparare a usare strumenti di comunicazione e promozione: Facebook ADS, email, copywrite.

Cos’è successo?
La mia assidua personale attività sui social, unita al lavoro di comunicazione che stavo svolgendo, mi ha aiutato a stringere relazioni, attirando e avvicinando a me persone che non conoscevo e che hanno contribuito a dar vita a due eventi che mi hanno letteralmente stupito:

  • un signore, iscritto alla newsletter del parco, mi ha fermato per strada qualche giorno fa proponendomi di lavorare per lui – guidandolo e seguendolo nella realizzazione di un progetto di web marketing e comunicazione online. Immagina che, alla vista del mio iPhone, mi ha rimproverato di avere un 5 pollici e mi ha promesso un tablet. 😳
  • un altro cliente conosciuto al parco durante l’estate, al lancio ufficiale della mia pagina Facebook e del sito, ha invitato suoi contatti a seguirmi (senza che io gli dicessi nulla): questo ha contribuito e rendere più efficiente il mio lavoro, al punto da ricevere la prima consulenza online dopo solo 8 ore!!!

 Che cosa ho capito da questi episodi e dove voglio arrivare?

COSA HO CAPITO?

Ho capito che per attirare a sé l’attenzione di potenziali clienti o datori di lavoro, acquisire contatti e clienti, per vender[e]-[si], si può fare a meno di inviare curriculum – o perlomeno si devono affiancare a questo altre modalità di ricerca e attrazione lavoro:

  • comunicare e farsi conoscere online
  • stringere relazioni

Come?

Sfruttando la realtà dal vivo (cosiddetta offline) e quella del web (cosiddetta online).

Attenzione: attribuisco alla parola sfruttare un’accezione positiva e non negativa, come siamo abituati a fare. Intendo il significato etimologico: utilizzare per far fruttare qualcosa, ovvero cogliere nel cambiamento le opportunità reali e concrete per:

  1. far fruttare la tua identità, con le tue competenze: mostrando, dimostrando e comunicando i tuoi valori e competenze, finché qualcuno sarà disposto a pagarti.
  2. far fruttare la società, farla crescere grazie al tuo contributo.

Parlo di una realtà attuale diversa da quella passata (2017 vs 1997) intrisa di relazioni al bar e agli eventi; fatta di comunicazione mirata, efficace, autentica e sincera, sul web (su Facebook, Instagram, Linkedin, blog e email). Niente più notti insonni a cercare annunci, niente più giornate sprecate a consegnare o inviare il curriculum e sentirsi dire – se ti va bene – “le faremo sapere”. Niente di tutto ciò ma solo qualcosa in più o fatto diversamente. Non c’è da dimenticare che, come disse il poeta latino Lucrezio 100 anni prima di Cristo nel poema “Sulla natura delle cose”:

Nulla si genera dal nulla per volere divino.

Fare è la prerogativa, anche quando sei lì ad aspettare.

DOVE VOGLIO ARRIVARE?

A farti sfruttare la realtà: con molta attenzione ma soprattutto con ambizione, desiderio e lungimiranza. Non solo il web, i social network e tutte le piattaforme che nasceranno ma anche eventi di formazione, luoghi di aggregazione e persino lavori che mai avresti pensato di fare: l’esperienza può avvicinarti a qualcosa o attrarre qualcuno a te.

Hai paura di sbagliare? Ci sono diversi modi per apprendere dalle esperienze e dagli errori. Ne parlo in un articolo che puoi leggere alla fine cliccando qui.

Giovedì 5 ottobre 2017, intanto, ti suggerisco un interessante evento per imparare, comunicare, conoscere e farsi conoscere online e offline, organizzato da Gabriele Prevato, una bella persona – prima di essere un valido professionista – che mi ha insegnato molto in pochissimo tempo, in ambito web e quotidiano. Durante l’evento puoi:

  • imparare a comunicare (online e offline)
  • creare relazioni
  • apprendere strumenti per sviluppare business online

“Web Facile Live” è un format di eventi che Gabriele ripete un paio di volte l’anno. È rivolta a tutti, compresi i membri della community costruita in anni di lavoro e di cui puoi entrare a far parte chiedendo l’iscrizione gratuita al gruppo Facebook Web Facile. Potrai essere aggiornato sugli eventi e i corsi annuali.

Durante l’evento, momenti formali – con ospiti di eccezione-  si alterneranno a momenti informali, con drink e chiacchiere finali stile aperitivo.
Temi: comunicazione online e ufficio stampa per promuovere eventi; strumenti per acquisizione contatti, comunicazione con humor, web marketing e networking tra professionisti.
Partecipano Elisa Carrer, Emanuele Chiericato, Luca Lombardini. I posti sono limitati, consiglio l’iscrizione. Per dettagli, visita l’evento, il prezzo è veramente basso clicca qui.

Vuoi incontrarmi offline? Ci vediamo all’evento o contattami online da qui.
Vuoi conoscermi online? visita la mia pagina Facebook.
Vuoi contribuire a diffondere queste informazioni a chi conosci? Condividi pure questo articolo su Facebook, cliccando sul bollino blu qui sotto 👇🏻.

Grazie mille 😊
A presto

Buona comunicazione
Alessandro

Condividi l'articolo scegliendo il tuo social preferito e lascia il tuo commento qui sotto.