fbpx

SCEGLIERE UN LAVORO: come fare?Se mi rendo conto che la scelta è sbagliata?

5 Feb 2020 - Spunti & Risorse, Storie di Successo

SCEGLIERE UN LAVORO: come fare?Se mi rendo conto che la scelta è sbagliata?

Testo tratto dall’intervista a Tommaso Cuccarolo.

Indice domande:

  • Di cosa ti occupi?
  • Come hai fatto a scegliere questo percorso che ti ha portato ad essere un formatore?
  • Hai detto di aver acquisito maggiore consapevolezza: cosa intendi concretamente?
  • Cosa hai scartato di questa esperienza che non sentivi dentro di te?
  • Ti è mai capitato di avere paura di scegliere la strada sbagliata?

Ciao Tommaso, innanzitutto di cosa ti occupi.

Mi occupo di formazione esperienziale nelle aziende e di percorsi di sviluppo del potenziale personale, lavorativo e delle start-up.

Come hai fatto a scegliere questo percorso che ti ha portato ad essere un formatore?

Vorrei rassicurare tutti quanti: non è stato un processo rapido e indolore ma è possibile da una passione e da un’idea creare un lavoro che ti permetta di vivere nella nostra realtà.

Partecipazione a bandi e progetti

Dall’università mi sono subito incuriosito su come poter fare questo passaggio e ho partecipato a molti progetti imprenditoriali per studenti. Ho partecipato a dei bandi per creare corsi di formazione su come scrivere un curriculum, preparare un colloquio e sviluppare il proprio potenziale.

Persone esperte

Seguito da persone più esperte di me nel settore sono riuscito ad acquisire strumenti, metodologie e competenze professionali nell’organizzazione dell’evento: nella rendicontazione, nella pubblicità e in tutto quello che serve per mettere in piedi un corso del genere.

Mettere un piede: sperimentare

Così facendo ho già messo un piede nel mondo lavorativo, facendo delle sperimentazioni sicure e non troppo fuori dalla mia zona di comfort, nella mia zona di apprendimento. Questo mi ha permesso di acquisire maggiore consapevolezza su quello che volevo fare e acquisire strumenti metodi per aiutare le persone.

Hai detto che hai acquisito maggiore consapevolezza: cosa cosa intendi concretamente?

La cosa migliore per acquisire consapevolezza è stato investire su di me e sulla mia formazione: ho partecipato a dei corsi sul coaching in cui ho applicato su di me gli strumenti, questo mi ha permesso di fare un lavoro introspettivo per comprendere la direzione da dare al mio futuro professionale.

In questa esperienza hai scartato qualcosa? Hai sentito dentro di te che quella cosa non era per te?

Certo, ho dovuto mettermi davanti allo specchio e compreso cosa volevo dalla mia vita professionale, ho dovuto fare una scelta perché:

Non si può aggiungere nulla a una coppa piena.

Prima di riempire questa coppa piena di convinzioni, abitudini, saperi è necessario svuotarla di qualcosa quindi sacrificare qualche altra possibilità. Di questo sono molto contento perché dopo cinque anni di attività lavorativa posso dire di aver fatto delle buone scelte nel non mettermi nelle condizioni di farmi bloccare dall’incertezza. Ho studiato psicologia del lavoro e la strada più diretta mi portava alla selezione del personale, alla creazione di progetti di formazione senza sperimentarli in prima persona. Sono tutte cose che ho scelto di non sviluppare. Ho scelto di investire sul metodo esperienziale quindi ho fatto diversi master, a seguito del mio inserimento al mondo del lavoro. Oggi ho una stabilità economica e una grandissima realizzazione professionale e posso usare la mia passione nel lavoro. Questo con le persone con cui lavoro si nota subito.

Ti è mai capitato di avere paura di scegliere la strada sbagliata?

Certo, chi non ha paura è un incosciente. La paura è una delle emozioni più radicate nell’essere umano insieme all’amore e alla violenza. Essa ti aiuta a tenerti reattivo però non bisogna farsi bloccare. Prima di fare una scelta è bene pensarci ma è altrettanto necessario buttarsi un po’ e fare un passo oltre a quello che la paura ci fermerebbe nel fare. Ho dovuto scartare una sicurezza economica immediata, un contratto, un assicurazione medica e tutti i benefici di un contratto a tempo indeterminato per valorizzare quello che per me era più importante cioè scegliere il lavoro che mi rende soddisfatto e che mi dà un reciproco scambio.

Grazie mille gran bella lezione, ti auguro che la tua esperienza futura possa continuare a riempire questa bellissima coppa. Alessandro.

Guarda l’intervista completa.

Tommaso Cuccarolo Formatore Esperienziale – Coach ICF – Coach di Empowerment della persona. Sito: http://www.ultimatecoaching.it/ Linkedin: https://www.linkedin.com/in/tommaso-c…

Dott. Alessandro Conforti: Aiuto le persone a stimolare creatività e motivazione. Ad avere idee sul futuro, fiducia in sé e negli altri, per trasformare la confusione in chiarezza e la paura di fallire in coraggio di agire per realizzarsi nella vita. Organizzo corsi di crescita personale e professionale per crearsi un lavoro soddisfacente e migliorare comunicazione e relazione in un team. Scopri di più.

Per restare aggiornato su prossimi articoli ed eventi, puoi leggere le mie email riassuntive nel tempo libero. Scopri come fare

Contattami adesso se la tua pazienza ha raggiunto il limite e desideri nuove idee per migliorare nella vita e a lavoro.

Tag:, ,

Condividi l'articolo scegliendo il tuo social preferito e lascia il tuo commento qui sotto.