< Torna al blog

CREATIVITÀ: una tecnica per scegliere regalo utile da fare

CATEGORIE:

Spunti & Risorse

Indeciso su regalo utile da fare?

Esiste una tecnica creativa per avere idee su quale regalo acquistare. Se ben utilizzata, in 30 minuti il tuo pensiero creativo produrrà una valanga di idee. Non è una tecnica indicata per chi ha individuato alcune opzioni possibili ma per chi continua non avere idee.

Chi è a corto di idee conosce benissimo quella specie di ansia e preoccupazione del “non sapere cosa comprare”. Inoltre, è molto fastidioso il senso di colpa che si prova quando ci si rende conto di non avere dedicato del tempo alla scelta del regalo da fare o alla persona che amiamo.

Possono accusarci di essere poco interessati a quella persona. Ma, in fondo, sappiamo di aver dimostrato interesse in altri modi e occasioni. Il problema è che spesso abbiamo poco tempo a disposizione, tanti impegni che non ci aiutano a restare concentrati su quale regalo comprare.

Quando non siamo concentrati, facciamo tanti errori. Rischiamo di rimandare scelte e quelle fatte all’ultimo minuto, sono affrettate, spesso sbagliate, inutili, dispendiose. Pensa a quando rimandiamo un viaggio e siamo costretti a scegliere tra i luoghi o i biglietti rimasti: spesso sono i più costosi.
Immagina l’imbarazzo nel vedere una persona insoddisfatta del regalo ricevuto: che vergogna!

È anche vero il contrario: più ci pensiamo e meno idee ci vengono. Più facciamo esperienze osservandoci attorno aspettando l’intuizione, più è possibile che arrivi. Eventi, luoghi e persone sono talvolta di aiuto per essere creativi con le idee degli altri. Ne parlo spesso in altri articoli di questo blog. Pensa a quando qualcuno ci dà dei consigli oppure quando passiamo davanti a una vetrina e “plin!” si accende la lampadina: non è una creatività intenzionale come quella della tecnica che sto per consigliarti.

Quando si è fatto troppo tardi, quando il segnale dall’universo non arriva, quando non c’è più tempo da perdere, dobbiamo usare la creatività intenzionale, in modo serio per scegliere il regalo da fare, come per qualunque altro progetto scelta, cambiamento.

COME FARE?

Non pensarci più, non continuare a disperarti: datti da fare! TI suggerirò la tecnica di E. De Bono per avere idee molto più chiare e specifiche.

Visto il poco tempo che ti resta per fare l’acquisto, l’ unica preoccupazione sarà quella di scegliere in quale negozio andare e quando. Ma se seguirai i 10 semplici passi è probabile che superai anche questo ostacolo. Io l’ho provato già un paio di volte e funziona. Il maestro del pensiero laterale-creativo, Edward De Bono, lo ha applicato in altri contesti, per le sue sessioni di creatività.

Ad esempio, è riuscito ad aiutare aziende e professionisti a trovare soluzioni adatte ad alcuni problemi oppure prodotti utili da costruire e vendere. Come ho già citato in altri articoli, non dimentichiamo che tra gli scopi della creatività c’è quello di creare soluzioni semplici e utili a problemi complessi.

Basta dedicare del tempo nel tuo luogo preferito e seguire alcuni accorgimenti.

Vorresti fare un regalo utile a una persona che conosci?

Segui gli 8 passi, esempi, note e uno schema finale che condivido qui sotto.

FOGLIO, PENNA E PAROLA CASUALE

Prendi un foglio e una penna (meglio tre pennarelli di colori differenti).
Prendi una parola casuale, aprendo un libro o guardandoti attorno.

Io: scelgo la parola “ciotola”, è proprio davanti a me.
Note utili: Deve essere un oggetto, una cosa. Non scegliere ma prendi la prima parola che vedi.

MAPPA MENTALE

Disegna una mappa mentale: nella parte centrale, scrivi la tua parola. Usa carta e penna oppure il programma gratuito online che ho usato per aiutarti e risparmiare tempo. Vedi qui sotto. Per il programma clicca qui.

RAMO 1: IN GENERALE UTILE A…

Scrivi tutto ciò che ti viene in mente rispetto all’utilità della parola casuale.

Io: una ciotola, in generale è utile a…Raccogliere oggetti, contenere liquidi, conservare cibi, accogliere ospiti, offrire doni.

Note: 1) usa dei verbi, delle azioni; 2) concentrati sull’utilità generale dell’oggetto, cioè pensa a cosa è utile nel mondo; 3) scrivi le prime cose che ti vengono in mente; 4) non giudicare le tue idee e non limitare la tua creatività pensando in modo razionale, dicendo ad esempio “sì ma è impossibile”, spara idee, purché siano verbi e azioni davvero utili, anche se simili tra di loro.

RAMO 2: NELLO SPECIFICO UTILE A…

Parti dai verbi che hai scritto e chiediti: “nel mio caso specifico l’utilità a quale oggetto si può applicare, diverso dalla parola causale”?.

Io: se penso a quella persona, mi viene in mente raccogliere affetti, cibo, capelli; contenere gioielli, fogli, soldi; accogliere: clienti, ospiti, cambiamento;
Note: 1) pensa alla persona destinataria del regalo: quali hobbies, lavoro, passioni. 2) concentrati sull’oggetto a cui il verbo può essere riferito.

RAMO 3: IDEE

Guarda i verbi e le parole scelte. Quali idee di vengono in mente? Elenca tutto ciò che ti viene in mente da 3 a 5 o max 7 parole.

Io: Raccogliere affetti, cibo, capelli: penso a macchina fotografica, a un buono ristorante da spendere con amici, a contenitori cibo da viaggio, a una spazzola.
Contenere gioielli, fogli, soldi penso a porta gioielli, porta monete, raccoglitore fogli da scrivania.
Accogliere clienti, ospiti, cambiamento: penso a una scatola cioccolatini da offrire a clienti; a un percorso di coaching, libro di crescita personale per il cambiamento, viaggio sulla luna per “cambiare aria”.

Nota: 1) Non giudicare le idee, come stai forse facendo con le idee che sono venute a me; 2) Scrivi davvero tutto ciò che ti viene in mente, senza censura; 3) scrivi tutti gli oggetti che ti vengono in mente, compreso quelli inutili, costosi o che la persona già possiede; 4) focalizzati sulla persona o sulla vostra relazione e chiediti “cosa può servire durante la sua giornata? Di cosa ha bisogno per stare bene a casa, lavoro e tra le persone?”; 5) L’oggetto finale non deve essere necessariamente simile alla parola casuale scelta (cioè non semplicemente una ciotola per contenere il cibo del suo cane ma anche un contenitore per conservare il cibo in freezer).

DA 1 A 10

A questo punto avrai una lista di oggetti: alcuni utili altri inutili. Dai un punteggio da 1 a 10 rispetto al grado di utilità dell’oggetto.

Io: album foto 7
cornice 2
porta monete 3
macchina foto 1
buoni ristorante 3
scatola cioccolatini 10

Nota: scegli in base a criteri come utilità, convenienza, reperibilità. Chiediti se è davvero “utile, costoso, facile da acquistare etc.?”

IDEE MIGLIORI

Fai una graduatoria delle idee migliori con punteggio 7-8-9-10 e cancella gli altri.

Io: 10 – Scatola cioccolatini; 7 – album foto.

Ce l’ho fatta! Adesso ho due idee: la prima utile per il suo benessere lavorativo (scatola cioccolatini, utile a coltivare e costruire relazioni proficue con ospiti o clienti); la seconda per il suo benessere personale/relazionale: un album fotografie dove potrà conservare ricordi di una vita vissuta con le persone che ama. Posso decidere di regalarli entrambi, perché no?

Note: se sei indeciso, chiama un suo conoscente e chiedi consiglio.

Se ti concentri, potrai avere una valanga di idee. Nell’esempio completo che ho riportato qui, ho avuto inizialmente 45 idee generali e facendo la graduatoria ne sono rimaste solo 5 a disposizione (qui per comodità ne ho presentate 3).

DOVE?

Scegli il negozio più vicino a te e organizzati subito ad acquistarlo.

Adesso avrai le idee più chiare, grazie a una tecnica creativa chiamata “parole casuali” di E. De Bono e uno strumento creativo chiamato “mappa mentale” di Tony Buzan.

Per ricevere altri articoli in privato e inviti ad eventi per aumentare il tuo benessere a lavoro e nelle vita quotidiana con ambizione e creatività, iscriviti alla newsletter. Compila il modulo e ti invierò un paio di articoli al mese: spunti e risorse utili per la tua crescita e cambiamento.

Grazie e buon regalo!


 

Condividi l'articolo scegliendo il tuo social preferito e lascia il tuo commento qui sotto.